Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for 13 ottobre 2011

Dovevo essere un cretino come te 

per stare a bocca aperta ad ascoltarti 

parlare tutto il giorno malissimo di te 

e la notte uscire fuori per cercarti 

Lo so perché tu sei dentro di me 

e so che tu sei più forte di me 

Perché ci vuole solo un cretino come me 

per stare ancora qui a telefonarti 

e a farsi fare tutto il male che mi fai 

solo perché mi piace perdonarti 

Perché tu sei, tu sei dentro di me 

e poi tu sei molto più forte di me 

E’ la verità 

ma come si fa 

dove saremo io e te 

domani domani 

saremo ancora così lontani 

ci annuseremo da lontano come i cani, i cani 

proprio come due bambini io e te, oh oh io e te, oh oh io e te 

Va bene allora adesso dimmi cosa fai 

potremmo fare in modo di incontrarci 

basta solo che mi dici stasera dove vai 

che ci vediamo chissà se hai il coraggio di guardarmi 

Perchè, io so che sai che son dentro di te 

e oh vedrai son più forte di te 

E’ la verità 

ed ecco come si fa 

ecco cosa saremo io e te 

domani domani 

saremo nuvole nel cielo 

così almeno non saremo più lontani lontani 

e quando il vento lo vorrà ci incontreremo ci troveremo 

io e te domani io e te

Lucio Dalla

Annunci

Read Full Post »

Nero e duro distacco
che io sopporto al pari di te.
Perche’ piangi? Dammi meglio la mano,
prometti di ritornare in sogno.
Noi siamo come due monti…
non ci incontreremo piu’ a questo mondo.
Se solo, quando giunge mezzanotte, 
mi mandassi un saluto con le stelle.

(Anna Achmatova)

Read Full Post »

So poco della notte

ma la notte sembra sapere di me,

e in più, mi cura come se mi amasse,

mi copre la coscienza con le sue stelle.

Forse la notte è la vita e il sole la morte.

Forse la notte è niente

e le congetture sopra di lei niente

e gli esseri che la vivono niente.

Forse le parole sono l’unica cosa che esiste

nell’enorme vuoto dei secoli

che ci graffiano l’anima con i loro ricordi.

Ma la notte deve conoscere la miseria

che beve dal nostro sangue e dalle nostre idee.

Deve scaraventare odio sui nostri sguardi

sapendoli pieni di interessi, di non incontri.

Ma accade che ascolto la notte piangere nelle mie ossa.

La sua lacrima immensa delira

e grida che qualcosa se n’è andato per sempre.

Un giorno torneremo ad essere.

(Alejandra Pizarnik)

Read Full Post »