Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘Fernando Pessoa’ Category

New face Daan at SUPA captured by photographer Vika Anisko for Boys by Girls. See the full series here.:

Mi sono moltiplicato per sentirmi,

per sentirmi ho dovuto sentir tutto,

sono straripato,

non ho fatto altro che traboccarmi,

mi sono spogliato, mi sono dato,

e in ogni angolo della mia anima c’è un

altare a un dio differente.

(Fernando Pessoa)

Read Full Post »

Io sono la periferia di una città inesistente,

la chiosa prolissa di un libro non scritto.

Non sono nessuno, nessuno.

Non so sentire, non so pensare,

non so volere.

Sono una figura di un romanzo

ancora da scrivere,

che passa aerea e sfaldata

senza aver avuto una realtà,

fra i sogni di chi

non ha saputo completarmi.

(Fernando Pessoa)

Read Full Post »

76

Non so chi sono, che anima ho.

Quando parlo con sincerità,

non so con quale sincerità parlo.

Sono variamente altro

da un io che non so se esiste ( o se è quegli altri ).

Sento fedi che non ho.

Mi prendono ansie che ripudio.

La mia perpetua attenzione su di me

perpetuamente mi denuncia tradimenti d’anima

di un carattere che forse non ho,

ne essa crede che io possegga.

Mi sento multiplo.

Sono come una stanza

con innumerevoli specchi fantastici

che riflettono falsamente

un’unica realtà precedente

che non si trova in nessuno e in tutti.

Come il pianista si sente albero e perfino fiore,

io mi sento diversi esseri.

Mi sento vivere vite altrui, in me,

in modo incompleto,

come se il mio essere partecipasse

all’esistenza di tutti gli uomini

incompletamente di ciascuno,

attraverso una somma di non-io

sintetizzati in un io posticcio.

(Fernando Pessoa)

Read Full Post »

76

(Confessione - Saturno Buttò dipinto a olio su tela)

La più vile di tutte le necessità:

quella della confidenza,

quella della confessione.

E’ la necessità dell’anima di esternarsi.

Confessa pure,

ma confessa ciò che non senti.

Libera pure la tua anima

dal peso dei tuoi segreti

raccontandoli;

ma meglio sarebbe

se il segreto che racconti

non lo avessi mai raccontato.

Mentisci a te stesso

prima di raccontare quella verità.

Esprimersi è sempre sbagliare.

Fai in modo che esprimere significhi mentire.

(Fernando Pessoa)

 

Read Full Post »

1 (3)

“Le chiamano “carnali”…

Quelle persone,

che emotivamente ti danno tutto:

Anima, cuore, cervello.

Quelle che una volta entrate nella nostra vita,

ci sconvolgono il tutto,

quelle che le senti oltre la pelle…

fin dentro nelle ossa,

quelle che della passionalità

ne fanno ragione di vita …

quelle che se te ne innamori…

Beh, bisogna prima trovarne!

Solo poi mi capirai.”

(Fernando Pessoa)

Read Full Post »

1 (2)

Non ho giustificazioni

per il mio modo errato di provare sentimenti.

Per istinto altero la natura degli istinti.

Senza volere, voglio nel modo sbagliato.

(Fernando Pessoa)

Read Full Post »

1

Esiste una stanchezza dell’intelligenza 

astratta

ed è la più terribile delle stanchezze.

Non è pesante come la stanchezza del corpo,

e non è inquieta come la stanchezza dell’emozione.

È un peso della consapevolezza del mondo,

una impossibilità di respirare con l’anima.


(Fernando Pessoa)

Read Full Post »

4

Fra me e la vita

ci sono sempre stati dei vetri opachi.

Non ho mai saputo se era eccessiva

la mia sensibilità per la mia intelligenza

o la mia intelligenza per la mia sensibilità.

(Fernando Pessoa)

Read Full Post »

39

C’è un’isola in me,

dove il vento soffia di terra,

e quando il mare urla la sabbia impazzisce.

E c’è sempre luce,

ma non è mai giorno.

(Fernando Pessoa)

Read Full Post »

13

Avevo un campo pieno di speranza

ma nel delirio della febbre

Lo devastai, e allora

Lo seminai di amori

e vi nacquero fiori

di delusione

(Fernando Pessoa)

Read Full Post »

21Rendimi umano, oh notte, rendimi fraterno e sollecito.

Solo umanitariamente si può vivere.

Solo amando gli uomini, le azioni, la banalità dei lavori,

solo così, ahimè!, solo così si può vivere.

Solo così, notte, e io non potrò mai essere così!

Ho visto tutte le cose, e mi sono meravigliato di tutto,

ma tutto è avanzato, o è mancato – non saprei – e io ho sofferto.

Ho vissuto tutte le emozioni, tutti i pensieri, tutti i gesti,

e mi sono così rattristato come se avessi voluto viverli e non ci riuscissi.

Ho amato e odiato come tutti,

ma per tutti questo è stato normale e istintivo,

e per me fu sempre l’eccezione, il trauma, la valvola, lo spasimo.

(Fernando Pessoa)

Read Full Post »

1

I sentimenti più dolorosi e le emozioni più pungenti,

sono quelli assurdi:

l’ansia di cose impossibili,

proprio perché sono impossibili,

la nostalgia di ciò che non c’è mai stato,

il desiderio di ciò che potrebbe essere stato,

la pena di non essere un altro,

l’insoddisfazione per l’esistenza del mondo.

(Fernando Pessoa)

Read Full Post »

Dormi mentre io veglio…

Lasciami sognare…

Niente in me è allegria.

Ti voglio per sognarti, non per amarti.

La tua carne calma è fredda nel voler mio.

I desideri miei sono fatica.

Nè voglio fra le braccia il mio sogno del tuo essere.

Dormi, dormi, dormi, vaga nel tuo sorridere…

Ti sogno così tanto che il sogno è incanto e sogno senza sentire.

(Fernando Pessoa)

…spesso dormo in piedi…così non perdo sogni verticali…e catturandoli, sento……..

(Anonimo)

Read Full Post »

Il poeta è un fingitore.
Finge così completamente
che arriva a fingere che è dolore
il dolore che davvero sente.

E quanti leggono ciò che scrive,
nel dolore letto sentono proprio
non i due che egli ha provato,
ma solo quello che essi non hanno.

E così sui binari in tondo
gira, illudendo la ragione,
questo trenino a molla
che si chiama cuore.

(Fernando Pessoa)

Read Full Post »

“Ci sono giornate che sono filosofie, che ci suggeriscono interpretazioni della vita, che sono appunti a margine, pieni di altra critica, nel libro del nostro destino universale.

Questa è una di quelle giornate, lo sento.”

(Pessoa)

Read Full Post »

Older Posts »