Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘il mare’

4

Ero perso con lo sguardo verso il mare.

Ero perso con lo sguardo nell’orizzonte,

tutto e tutto appariva come uguale;

poi ho scoperto una rosa in un angolo di mondo,

ho scoperto i suoi colori e la sua disperazione

di essere imprigionata fra le spine,

non l’ho colta

ma l’ho protetta con le mie mani,

non l’ho colta

ma con lei ho condiviso e il profumo e le spine tutte quante.

(Hafiz Di Shiraz)

Annunci

Read Full Post »

L’amore non è già fatto. Si fa.

Non è un vestito già confezionato,

ma stoffa da tagliare, cucire.

Non è un appartamento “chiavi in mano”,

ma una casa da concepire, costruire,

conservare e spesso riparare.

Non è vetta conquistata, ma partenza dalla valle,

scalate appassionanti,

cadute dolorose nel freddo della notte

o nel calore del sole che scoppia.

Non è solido ancoraggio nel porto della felicità

ma è un levar l’ancora, è un viaggio in pieno mare,

sotto la brezza o la tempesta.

Non è un “si” trionfale,

enorme punto fermo che si segna fra le musiche,

i sorrisi e gli applausi, ma è una moltitudine di “si”

che punteggiano la vita,

fra una moltitudine di “no”

che si cancellano strada facendo.

Non è l’apparizione improvvisa di una nuova vita,

perfetta fin dalla nascita,

ma sgorgare di sorgente

e lungo tragitto di fiume dai molteplici meandri,

qualche volta in secca, altre volte traboccante,

ma sempre in cammino verso il mare infinito.

(Michel Quoist)

Read Full Post »

876

La vita, amore mio, è la pienezza.

La vita sono un uomo e una donna che si incontrano

perché sono fatti l’uno per l’altra,

perché sono, l’uno per l’altro,

ciò che la pioggia è per il mare:

l‘uno torna sempre a cadere nell’altro,

si generano a vicenda,

l’uno è la condizione dell’altro.

Da tale pienezza nasce l’armonia,

e in questo consiste la vita.

Una cosa rarissima fra gli esseri umani.

(Sándor Márai)

Read Full Post »

76

Queste conchiglie che ho trovato

saremo noi

noi acquietati levigati

senza più dolori

di bei colori

poseranno le orecchie su di noi

per ascoltare

che rumore fa

il mare.

 

(Vivian Lamarque)

Read Full Post »

Dove finisce l’onda

e dove inizia il mare?

Dove finisce il corpo

e dove iniza l’ombra?

Dove finiscono le tenebre

e dove iniza la luce?

Le parole respirano fuori dalla loro cornice

i sensi si increspano e si distendono

simili a un oceano di un cerchio

il cui centro è inesitente.

Non siamo altro che una

delle probabilità dell’esistenza.

La nostra vita

è un buffo insieme di dubbi

un equivoco di possibilità concesse.

Mi rivolgo a ciò che è informe

procedo verso il nascondiglio.

Quando cercherò di raccogliere l’esperienza?

Come potrò trovare l’imbarcazione?

nell’annullamento del tempo e dello sviluppo che retrocede?

La luce non ha forma

l’onda non ha confini

l’io non ha facciate

la passione non ha orizzonti.

Sii luce

onda

passione.

Sii te stesso.

 

(A’isha Arna’ut)

Read Full Post »

Acquisto all’ingrosso i miei sogni

dai grassi commercianti di pensieri

e li rivendo al mercato dell’usato

in mezzo a trafficanti e rigattieri.

Io sono un mercante di parole

alcune sono immaginate

e tante altre sono storie vere

arrivo con la mia bella valigia da piazzista

e sulla bancarella della vita,

le espongo in bella vista.

Le vendo per quattro soldi

ed un pezzo di pane

per quattro soldi e un sorriso

a volte poi per chi non li ha

mi accontento solo del suo sorriso

che si accende sul viso.

Sono abituato a raccogliere rose

ma mi fanno ancora male le spine

e non mi passano mai, queste pene

sono rose bianche le parole

ma fanno più male le spine

e sono spine le lingue

e fanno più male delle spine

e non mi passano mai queste pene.

Io la notte non dormo, soltanto riposo

ed al mattino sono più stanco di prima

ma devo alzare la valigia

tirare dritto e andare avanti

non pensare a tutti quanti

continuare a fare il mio mestiere

sopravvivere e tirare avanti.

Ma prima o poi finirò le parole

e allora che farò,di che vivrò

come potrò continuare a pensare

e a mercanteggiare parole.

Ma io che stupido sono

il mare non si asciugherà mai

e allora in me troverai

chi non ti lascerà mai

ti starò accanto per sempre

anche se vendo parole

quelle che tengo da parte

sono vere, sono sincere,

e sono scritte per te.

(Artur Brand)

Read Full Post »

 

Sono abitatrice delle sabbie, di alte spume:

le navi passano per le mie finestre

come il sangue nelle mie vene,

come i piccoli pesci nei fiumi…

Non hanno vele e hanno vele;

e il mare ha e non ha sirene;

e io navigo e sto ferma,

vedo mondi e sono cieca,

perché questo è un male di famiglia,

essere di sabbia, di acqua, di isola…

E persino senza barca naviga chi al mare è stata destinata.

Dio ti protegga, Cecilia,

che tutto è mare e niente più.

(Cecilia Meireles)

Read Full Post »

Older Posts »