Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘poesia’

JhbLa miglior poesia si scrive

guardando fuori dalla finestra,

le case, le strade,

le donne che stendono i panni,

le antenne e gli alberi uniti

in una breve oscillazione ventosa.

Poi una seconda buona strofa

la scrivi guardando dentro,

il letto sfatto, l’armadio,

la scrivania da sempre instabile,

il decoro o la mancanza di decoro,

o meglio pulizia, sono indifferenti.

Poi viene la terza strofa,

quella ruminata dai denti mentali,

dal mal di stomaco metafisico,

o magari dalla pantomima

del dolore:

per intenderci,

quella che è meglio non scrivere.

(Franco Foschi)

Read Full Post »

Read Full Post »

 

……Vivere la vita è come fare un grosso girotondo
C’è il momento di stare sù e quello di cadere giù nel fondo
E allora avrai paura
Perché a quella notte non eri pronto
Al mattino ti rialzerai sulle tue gambe
E sarai l’uomo più forte del mondo
Lei si truccava forte per nascondere un dolore
Lui si infilava le dita in gola….per vedere se veramente aveva un cuore
Poi quello che non aveva fatto la società l’ha fatto l’amore…
Guardali adesso come camminano leggeri senza un cognome….

Puoi cambiare camicia se ne hai voglia
E se hai fiducia puoi cambiare scarpe…
Se hai scarpe nuove puoi cambiare strada
E cambiando strada puoi cambiare idee
E con le idee puoi cambiare il mondo…
Ma il mondo non cambia spesso
Allora la tua vera Rivoluzione sarà cambiare te stesso...

Read Full Post »

 

Dare. Dare. Dare. 
Vuoi vedere, che diventerà un mestiere! 
Cieca assuefazione… 
Questo dare, sembra non bastare mai. 
E non puoi pretendere. Scommettere. 
Di avere poi… 
Con la stessa volontà. Intensità. E amore. 
Avrò dato a modo mio. 
Ma senza risparmiarmi, io, ho dato. 
E se ho mentito, ho già pagato. 
Questa solitudine… lo sa! 


Read Full Post »

8

Non sono una macchina

che scrive solo poesie,

sono una fragile donna

con tanti fili di seta,

sono una donna lieta

coperta di mille rossori,

troppo fragile e nuda perché

possa chiamarmi l’amore.

(Alda Merini)

Read Full Post »

2La semplicità è mettersi nudi davanti agli altri.
E noi abbiamo tanta difficoltà ad essere veri con gli altri.
Abbiamo timore di essere fraintesi, di apparire fragili,
di finire alla mercè di chi ci sta di fronte.
Non ci esponiamo mai.
Perché ci manca la forza di essere uomini, 
quella che ci fa accettare i nostri limiti,
che ce li fa comprendere, dandogli senso e trasformandoli in energia, in forza appunto.
Io amo la semplicità che si accompagna con l’umiltà.
Mi piacciono i barboni.
Mi piace la gente che sa ascoltare il vento sulla propria pelle,
sentire gli odori delle cose,
catturarne l’anima.
Quelli che hanno la carne a contatto con la carne del mondo.
Perché lì c’è verità, lì c’è dolcezza, lì c’è sensibilità, lì c’è ancora amore.

(Alda Merini)

 

Read Full Post »

2

Ci sono poesie che andrebbero messe in tasca,

per tirarle fuori quando servono.

Ci sono poesie che andrebbero caricate come pistole,

per premere il grilletto e ammazzare il dolore che, se rimane inspiegato, cresce.

(Giulia Carcasi)

Read Full Post »

135

Vieni, passeggiamo almeno in questa poesia.

                                                               

                                      (Izet Sarajlić )

Read Full Post »

Il dolore è una vela

così incredibilmente lieve

che nemmeno lo senti,

comincia con la cadenza

dolce della neve,

ed è lì che ti perdi.

Ha la faccia di un bambino

e gli occhi di un lupo triste

che ti lecca la mano,

conosce ogni parola che non esiste

e te le insegna una per una

piano piano.

 

(Roberto Vecchioni)

Read Full Post »

Ho scavato tutta la terra per trovarti.

Ho setacciato la sabbia del deserto nel cuore

Sapevo che la luce del Sole

non è completa senza l’uomo.

Mentre adesso guardando

tra la trasparenza del mondo

-tramite Te- le cose si avvicinano,

diventano più chiare, diventano trasparenti

Adesso sono capace di esprimere

la sua armonia con una poesia.

Prenderò una pagina bianca,

e metterò in fila la luce.

 

(Nikifòros Vrettàkos)

Read Full Post »

 

“Al tempio c’è una poesia intitolata

“La mancanza”, incisa nella pietra.

Ci sono tre parole,

ma il poeta le ha cancellate..

perché non si può leggere la mancanza,

ma solo avvertirla…”

 

(Memorie di una Geisha)

Read Full Post »

 

Mi accorgevo di avere la pelle d’oca

Senza una ragione,

dato che nn avevo freddo.

Era forse passato un fantasma su di noi?

No, era stata la poesia.

Una scintilla si era staccata dal poeta

e mi aveva dato una scossa gelida.

Mi sentivo molto strana.

Avevo scoperto un nuovo modo

di essere felice.

(Sylvia Plath)

Read Full Post »

 

Sono folle di te, amore

che vieni a rintracciare

nei miei trascorsi

questi giocattoli rotti delle mie parole.

Ti faccio dono di tutto

se vuoi,

tanto io sono solo una fanciulla

piena di poesia

e coperta di lacrime salate,

io voglio solo addormentarmi

sulla ripa del cielo stellato

e diventare un dolce vento

di canti d’amore per te.

 

(Alda Merini)

Read Full Post »

Dicono che la mia

sia una poesia d’inappartenenza.

Ma s’era tua era di qualcuno;

di te che non sei più forma, ma essenza.

Dicono che la poesia al suo culmine

magnifica il Tutto in fuga,

negano che la testuggine

sia più veloce del fulmine.

Tu sola sapevi che il moto

non è diverso dalla stasi,

che il vuoto è il pieno e il sereno

è la più diffusa delle nubi.

Così meglio intendo il tuo lungo viaggio

imprigionata tra le bende e i gessi.

Eppure non mi da riposo

sapere che in uno o in due

noi siamo una sola cosa.

(Eugenio Montale)

Read Full Post »

Viverla

come dono e disinganno

come premio e martirio

possessione ed estasi

viverla

come illusione e vacanza

come condanna e tormento

malattia e preghiera

semplicemente viverla

se non fosse che è lei

a rubarti la vita.

 

(Sylvia Plath)

Read Full Post »

Older Posts »