Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for agosto 2014

Le persone fragili hanno una fottuta voglia di essere scoperte, hanno un bisogno disperato che qualcuno si prenda la briga di conoscerle. Veramente. Di spogliarle piano dai loro timori, di un qualunque angelo rinnegato, arrivato da chissà dove che si avvicina al loro orecchio sussurrando “io ti vedo”. E capire non c’è niente di così spaventoso nell’essere visti.”

Pinocchio non c'è più

20140726-132825-48505126.jpg

Questo post nasce grazie ad un commento lasciato su questo blog da una persona che stimo molto.

Fumo e lacrime, un binomio indissolubile, due cose che non ti permettono di vedere con chiarezza la realtà, la intuisci, ne percepisci i contorni, ma non riesci a coglierla appieno. E secondo me non è un grosso problema.

Fumare e piangere, non si possono controllare, non ne andiamo fieri, ma fanno parte di noi, e se qualcuno ha da ridire, se qualcuno, per un motivo di cui non me ne puo’ fregare di meno, ha veramente da ridire, non so che farci, veramente.
Si piange e si fuma per le stesse cose, perche ci incazziamo, per darsi un tono, perchè siamo grandi. E fragili.
Si ecco, questo è il motivo vero. Si piange e si fuma per fragilità.

E le persone fragili non si riconoscono facilmente, non urlano, non sanno imporsi, muovono l’aria…

View original post 451 altre parole

Read Full Post »

45

A noi

si addice

la

paura

della

tenerezza

(Herta Müller)

Read Full Post »

98

Non sono sicuro di averti dentro di me,

né di essere dentro di te,

e neppure di possederti replicò lui.

E in ogni caso, non è al possesso che aspiro.

Credo invece che siamo entrambi

dentro un altro essere che abbiamo creato,

e che si chiama ‘noi'”.

(tratto dal film I ponti di Madison County  

romanzo di Robert James Waller)

Read Full Post »

 65

Lui non è uno qualunque.

Se c’è uno che non è uno qualunque

quello è lui.

Non per me.

Lui è come una seconda voce dentro di me

che mi accompagna durante la giornata.

Ha trasformato il mio monologo interiore

in un dialogo.

(Daniel Glattauer)

Read Full Post »

Non sono più quella di ieri,

non so come sarò domani.

Ma posso dirti come sono oggi,

con i miei ieri.

(Alda Merini)

Read Full Post »

65

Il mantello del passato

è fatto con il tessuto delle emozioni della nostra vita

e cucito con i fili enigmatici del tempo.

In genere non possiamo fare altro che

avvolgercelo attorno alle spalle

per trarne conforto,

o trascinarcelo dietro

mentre ci sforziamo

di proseguire il nostro cammino.

Ma tutto ha una causa e un senso.

Ogni vita, ogni amore, ogni azione,

ogni emozione e pensiero

hanno una ragione e un significato.

E a volte riusciamo a vederli.

A volte vediamo il passato con tale chiarezza,

e le parti che lo compongono

ci appaiono con tale limpidezza

che ogni cucitura del tempo

rivela il suo scopo,

il messaggio che contiene.

Nella vita di ognuno di noi

– poco importa che sia vissuta

nell’abbondanza o nella miseria –

nulla porta più conoscenza del fallimento,

e più chiarezza del dolore.

E nella minuscola,

preziosa saggezza che otteniamo,

quei nemici temuti e odiati

– dolore e fallimento –

hanno ragione di esistere.

(Gregory David Roberts)

Read Full Post »

 Ho guardato la vita in faccia

e lei mi ha ricambiato lo sguardo.

Ho qualche cicatrice

di allora.

Talora le osservo e mi parlano,

mi dicono che ero lì,

che ho lasciato l’anima

nella lotta.

Che se continuo

a calpestare i marciapiedi

non è per puro caso.

(Karmelo C. Iribarren)

Read Full Post »

Older Posts »