Feeds:
Articoli
Commenti

ad2e45f77baf6a871769a820498383c6Due donne ho trovato dentro di me, scavando nel profondo; una è forte, decisa, lucida: lei sa cosa è giusto, sa cosa deve fare. La muove la passione, la spinge l’emozione. Non si accontenta di ciò che ha e sa quanto vale. Segue la sua strada, risoluta, lascia indietro ciò che non le è utile. Non ama: vive. E non chiede nulla.

L’altra è come il mosto: profuma di primavera, di giornate di sole. Piange nella pioggia per non farsi vedere. È fatta di mancanze e di malinconia. Il suo cuore è malato: non è a pezzi, ma gonfio da esplodere.

Sai che mi sgomenta, questa duplice me stessa; e forse è per questo che mi cammini accanto, silenzioso, in attesa di scorgere un sorriso sul volto di entrambe, e riconoscermi di nuovo intera, come mi hai sempre vista tu.

tumblr_nlw5ikcOFn1taace4o1_1280Bene, suppongo che ora sai già tutto,

sai delle mie paure e dei miei traumi,

sai che sono abituata a fuggire tutto il tempo

e che finire e concludere dei cicli

costituisce per me ogni volta una sfida.

Ora sai che mi perdo guardando le nuvole

e che mi metto a parlare senza controllo

se sento che mi stai guardando.

Ora sai che quel fatto di essere pazza

non è uno scherzo,

così come sai cosa dire

per farmi perdere il controllo.

Suppongo che sai già che cammino piano

e che rido così alto, così forte.

Ora sai che sono vulnerabile e fragile.

Che mi prendo delle confidenze

e che alla più piccola provocazione

rispondo con una carezza.

Sono rimasta sorpresa

che tu non ti mettessi a correre,

che restassi, come fanno i coraggiosi,

a sentirmi parlare

e ad ascoltarmi con gli occhi,

a osservarmi mentre io fingevo di non farlo

e facevo finta di non accorgermi.

Ora che lo sai e che non sei fuggito,

ora che rimani

e che vedi il mondo insieme a me,

amico mio, mio complice,

per favore… abbracciami

e raccogli i miei pezzi piano piano.

Ora che hai conosciuto questo mostro,

abbracciami forte,

abbracciami alto.

(Mercedes Reyes Arteaga)

FtrTi meriti un amore che ti voglia
spettinata,

con tutto e le ragioni che ti fanno
alzare in fretta,

con tutto e i demoni che non ti
lasciano dormire.

Ti meriti un amore che ti faccia
sentire sicura,
in grado di mangiarsi il mondo
quando cammina accanto a te,

che senta che i tuoi abbracci sono
perfetti per la sua pelle.

Ti meriti un amore che voglia ballare
con te,

che trovi il paradiso ogni volta che
guarda nei tuoi occhi,

che non si annoi mai di leggere le
tue espressioni.

Ti meriti un amore che ti ascolti
quando canti,

che ti appoggi quando fai la ridicola,
che rispetti il tuo essere libera,

che ti accompagni nel tuo volo,
che non abbia paura di cadere.

Ti meriti un amore che ti spazzi via le
bugie
che ti porti il sogno,
il caffè
e la poesia.”

(Estefania Mitre)

13681058_1058590094225680_1470173224713991256_nNon si ama con il cuore, si ama con l’anima che si impregna di storia

Non si ama se non si soffre e non si ama se non si ha paura di perdere.

Ma quando ami vivi, forse male, forse bene, ma vivi.

Allora muori quando smetti di amare, scompari quando non sei più amato.

Se l’amore ti ferisce, cura le tue cicatrici e credici, sei vivo.

Perché vivi per chi ami e per chi ti ama.

(Alda Merini)

15822778_10154193277728176_1249608867394673784_nQuesto amore è morto
è deceduto
è morto
annichilato scaduto
liquidato
ucciso perito
obliterato
morto
sepolto
allora,

perché batte ancora?

(Cristina Perri Rossi)

2017-01-26-20-53-25Lui preferiva la pioggia.

Lei, il sole.

Io, la neve.

Lei guardava tutte le telenovelle.

Lui, le partite di calcio.

Io, troppo poco.

Lei amava Dio su tutte le cose.

Lui era ateo.

Io, agnóstico.

A lui piaceva andare a ballare.

A lei i concerti. A me, il cinema.

Lei sfoggiava una premeditata

trascuratezza.

Lui era sempre impeccabile.

Io, non tanto.

Eravamo buoni amici,

ma lei era innamorata di lui.

Il problema era che lui amava me.

Ed io, certo, amavo lei.

( Fabián  Vique)